Ultima modifica:

Protesi Fissa

Basta con la dentiera! Puoi riavere i tuoi denti fissi.

È possibile liberarsi della dentiera soltanto con le conoscenze e le tecnologie adatte.  Abbiamo le competenze, l’organizzazione e le attrezzature necessarie per concretizzare questa possibilità.

Portesi Fissa Roma Unident Clinique

Devi sostituire i denti mancanti e stai cercando la soluzione più adatta a te? In questo caso, è possibile scegliere una protesi dentale fissa.

Le protesi dentali fisse sono utilizzate per sostituire i denti mancanti o danneggiati al fine di ripristinare la corretta funzionalità ed estetica. Una volta impiantata, la protesi risulta permanente ed è impossibile rimuoverla per il paziente, essendo fissata ai denti naturali o alle radici artificiali.

Esistono diversi tipi di protesi dentali:

  • Corone: sono utilizzate per sostituire un singolo dente e possono essere posizionati sia su un impianto che su un dente naturale. Uno grande vantaggio è che si adattano naturalmente alla bocca e il paziente non ha la sensazione di avere la protesi.
  • Ponti: sono necessari per sostituire più elementi dentari. Il ponte è costituito da una linea di corone che vengono ancorate o sui denti naturali adiacenti a quelli mancanti oppure su impianti preinstallati. Nonostante sia un tipo di protesi molto affidabile, i denti naturali vengono limati per essere utilizzati come pilastri e ciò, a lungo termine, potrebbe comportare una perdita di fermezza. Un’altra condizione che può verificarsi è che nel tempo si può avere una perdita ossea dovuta all’assenza della radice dentale, che si traduce in una riduzione della gengiva, causando la generazione di spazi vuoti sottostanti il ponte.
  • Protesi all-on-four e all-on-six: sono tecniche di implantologia all’avanguardia per sostituire grandi volumi. Infatti, la protesi consente di ripristinare completamente l’arcata superiore o inferiore della bocca utilizzando con solamente quattro o sei impianti, posizionati strategicamente. In sole 6 ore d’intervento queste tecniche permettono l’istallazione completa della dentatura e la contemporanea riabilitazione funzionale ed estetica in 24 ore.

sicurezza alla persona e forniscono un aspetto completamente naturale sia a livello funzionale che estetico.

I vantaggi di una protesi fissa rispetto a quella mobile sono dovuti soprattutto alla stabilità, quindi non danno problemi durante la masticazione oppure nel parlare. Non si ha la necessità di utilizzare paste adesive, ne c’è il rischio che la protesi esca dalla bocca, creando situazioni imbarazzanti.

Ponte Dentale Fisso

I ponti dentali sono una procedura di odontoiatria protesica utilizzata per sostituire più elementi dentari.

Un ponte dentale è costituito da uno o più “denti falsi”, necessari a sostituire quelli mancanti, e due capsule laterali che fungono da pilastri per sostenere la struttura.

Le capsule possono essere cementate su denti naturali o su impianti: nel primo caso sarà necessario rimuovere lo smalto per creare lo spazio necessario per la corona artificiale; nel secondo caso si procederà con il posizionamento chirurgico degli impianti in titanio, che avranno la funzione di radici artificiali sul quale fissare il ponte.

I materiali con cui possono essere realizzati sono differenti e spesso usati in combinazioni: metallo, ceramica, zirconio o porcellana.

Nonostante sia un tipo di protesi molto affidabile, dato che i denti naturali vengono limati per essere utilizzati come pilastri, può verificarsi a lungo termine una perdita di fermezza della protesi.

Un’altra condizione che deve essere tenuta sotto controllo è la perdita ossea che può avvenire data l’assenza di radici dentali e che può generare fastidiosi spazi vuoti sottostanti il ponte.

Comunque, l’utilizzo di queste protesi risulta essere una efficace soluzione per sostituire i denti mancanti che ne giustifica la frequenza di utilizzo nei lavori di restauro dentale. Infatti, il ponte dentale offre una correzione sia funzionale che estetica: il paziente può riprendere la normale masticazione del cibo, migliora la fonetica e ovviamente anche l’autostima.

Corone Dentali

Le corone dentali sono una tra le protesi fisse più comuni e più frequentemente applicate dai dentisti. Vengono applicate permanentemente su un dente naturale o su impianto preinstallato al fine di ripristinare la funzione e l’estetica originali della struttura danneggiata.

La corona va a incapsulare il dente, racchiudendo completamente l’intera porzione visibile sopra la linea gengivale. Possono essere costituite da materiali diversi come zirconio, ceramica, resina o metallo. Per decidere quale materiale utilizzare, così che la corona appaia naturale e si adatti comodamente alla bocca, il dentista prenderà in considerazione molti fattori, come posizione e funzione del dente, visibilità e colore.

Le corone vengono consigliate in caso di denti gravemente danneggiati, rotti, incrinati, quando la ricostruzione con una semplice otturazione non è sufficiente. Un’altra situazione in cui la corona è una soluzione efficace è nel caso di denti devitalizzati al fine di fornire sostegno e stabilità al canale reticolare.

Infine, nel caso della perdita di un dente si procede alla sostituzione radicolare con un impianto in titanio, sul quale viene cementata una corona protesica a sostituire l’elemento dentale visibile.

Prima dell’applicazione della protesi il dente deve essere preparato: il dentista procede con la rimozione della corona naturale del dente in modo da creare lo spazio opportuno alla protesi; si esegue un’impronta dentale necessaria come modello per costruire la protesi; si applica una capsula provvisoria che viene sostituita una volta pronta la capsula definitiva; l’ultima fase dell’intervento comporta la cementificazione della protesi alla base del dente.

L’aspetto naturale, l’elevata funzionalità e la lunga durata rendono questo tipo di protesi particolarmente vantaggioso per ripristinare la funzione e l’estetica della bocca.

Impianti All-on-4: torna a sorridere

Piuttosto che optare per una protesi mobile ed eventuali disagi relativi (instabilità, igiene orale, estetica, ecc.), è possibile fissare in maniera permanente la protesi dentaria con l’implantologia all-on-four.

La tecnica all on four consente di ripristinare tutti i denti dell’arcata superiore o inferiore della bocca con solo quattro impianti.

Un impianto dentale è fondamentalmente una piccola vite (di solito in titanio) che viene inserita nella mascella e sostituisce la parte radicolare di un dente mancante.

Sull’impianto viene fissata una corona per dare al dente protesico un aspetto naturale e funzionale.

Nel giro di poche ore dall’intervento si ripristina la funzione dentale, anche se con una protesi fissa provvisoria, ma dopo circa tre mesi dall’osteointegrazione degli impianti la protesi viene sostituita con quella definitiva.

La novità di questa tecnica è che non è necessario un impianto dentale per ognuno dei denti mancanti, ma solamente quattro, posizionati con precisione, sono necessari per ripristinare l’intero sorriso. Inoltre, poiché l’impianto è realizzato in titanio, ha la capacità unica di fondersi con l’osso vivente e funzionare come parte di esso, fungendo da base forte e duratura per i nuovi denti.

Infatti, l’intervento di implantologia all-on-4 è particolarmente indicato per quei pazienti che presentano una ridotta ossatura dentale, per i quali le normali tecniche di impianto non sono sufficienti e le protesi mobili risultano instabili.

Infine, a differenza di altre tecniche, gli impianti dentali all on four permettono di riabilitare l’intera funzione ed estetica della bocca in un solo giorno dall’operazione, con risultati naturali e duraturi.

Dove Siamo

Contattaci